Loading...
Chi Sono2019-07-24T19:02:41+02:00

CURRICULUM VITAE

Giancarlo Priori è un architetto italiano, allievo di Paolo Portoghesi, saggista, giornalista, teorico, professore di Composizione Architettonica e Urbana.

Insegna nella facoltà di Architettura di Napoli, Federico II, presso il DiARC dal 1998, dove è titolare del Laboratorio di Sintesi Finale; in questi anni, ha ricoperto il ruolo di docente in diversi Dottorati e Master ed è stato per due anni Direttore del Corso di Perfezionamento in Architettura e Commercio Urbano. 
 La ricerca, alla base di ogni attività intellettuale e humus fondante della disciplina, è per Priori la chiave di volta per costruire e definire una metodologia e una teoria attraverso le quali esprimere il pensiero e la propria idea di Architettura. La sua visione architettonica ha radici nell’arte, nella natura, nella scienza e ha, come riferimenti, temi trasversali riguardanti il luogo, la città, la memoria, il simbolo, la forma, lo spazio, la luce, la bellezza.

È autore di numerosissimi libri che gli hanno consentito di indagare criticamente le problematiche disciplinari.

Tra le monografie sui maestri dell’architettura contemporanea segnaliamo: Simpatia delle Cose, 1982; L’Architettura Ritrovata, 1985; Paolo Portoghesi, 1985; Carlo Aymonino, 1990; Carlo Aymonino, Architetture, 1991; Carlo Chiarini Architetture 1950-1986, 1995; Nicola Pagliara, 2000; Imre Makovecz, (con D. Scatena) 2001. E’ inoltre autore di un’altra monografia di carattere storico su un importante architetto romano dell’Ottocento Luca Carimini 1830 – 1890, (con M. Tabarrini) 1994 e di un volume che fa il punto sull’architettura italiana attuale 100 Progettisti italiani, 2015.

Altre pubblicazioni hanno avuto come argomento le questioni urbane e i relativi processi di trasformazione della città, oggetto di studi didattici e sperimentali, orientati verso la riqualificazione e la rigenerazione della città esistente: Progettare la Città, 1991; Architettura e Città, 2000; Architettura tra Ricerca e Progetto, 2008; Architetture per la città sostenibile, 2010; La Città del Libro, 2015; Progettazione Urbanistica e Architettura del Commercio Urbano, 2016; La Città della Musica, 2016; La Città della Scienza 2018.

Gli studi sulla città, intesa come fenomeno complesso e l’indagine critica sui maestri dell’architettura gli hanno permesso di costruire un percorso che va dalla teoria dell’ascolto ai frattali, documentando tali studi e ricerche con diversi libri a carattere teorico, tra i quali: La poetica dell’Ascolto, 1988; Architettura e Luogo, 1993; Architettura e Classico, 1996; L’Architettura e la Città Post- moderna, voce dell’Enciclopedia Universale dell’Arte, 2000; La complessità del progetto contemporaneo per un’architettura responsabile, (con R. Sinisi) 2008; Architetture Frattali, 2008; Insegnare e progettare l’architettura 2016; Scritti di Architettura, 2018; Idee, teorie e ricerca nella progettazione architettonica, 2018.

A metà degli anni Novanta è stato invitato, come esperto, in diversi cicli di trasmissioni, in onda su Rai 2 e Rai 3, per dibattere i temi della Casa e della Città. E’ stato caporedattore della rivista Eupalino, Cultura della casa e dalla città e Direttore di due collane editoriali Osservatorio e Architettonica per le Case Editrici Diagonale e DEI.Ha diretto la rivista Casearchitetture ed è direttore e fondatore di: Architetture e città del terzo millennio entrambe edite dalle Edizioni Dell’Anna.

Ha curato numerose mostre didattiche e alcune di grande rilievo per la Galleria Civica di Modena, su C. Aymonino e su P. Portoghesi e per l’Associazione Via Giulia a Roma su P. Portoghesi e su Architetti internazionali al Lingotto a Torino. Ha partecipato a di numerosi comitati scientifici.

Contemporaneamente agli aspetti culturali ha svolto un’intensa attività professionale riconosciuta dalla critica contemporanea (P. Portoghesi, M. Fabbri, F. Moschini, S. Muntoni, F. Purini, S. Terracina ecc.). I suoi progetti sono stati esposti più volte alla Biennale di Venezia, in Musei e Gallerie in Europa e negli Stati Uniti, in Africa e in Asia. E’ stato invitato a molte mostre ad invito e ha partecipato a oltre cento concorsi di architettura di cui quattro vinti e uno realizzato. Sulla sua opera di architetto sono stati scritti due libri, L’Architettura Sensibile 2004 e Giancarlo Priori Architetture 2005, allestite due mostre monografiche, a Napoli nel 2005 e a Roma nel 2015, e dedicata una rivista nel 2013. Nel 2016 l’Ordine degli Architetti di Roma gli ha riservato un evento in occasione della presentazione del libro Insegnare e progettare l’architettura.